Salta al contenuto
Depurazione dell’organismo in primavera: forti e in salute

Depurazione dell’organismo in primavera: forti e in salute

Il ruolo centrale dell’alimentazione e il test delle intolleranze alimentari per spegnere e prevenire gli stati infiammatori

Siamo entrati nella stagione che più di ogni altra richiede l’adozione di strategie detox per aiutare l’organismo ad affrontare in salute e con nuova energia la stagione calda. Depurare l’organismo è dunque essenziale per alleggerirlo delle tossine accumulate nella stagione invernale, fra stili di vita non sempre ideali, alimentazione, inquinamento ambientale ed emotivo vita stressante e processi chimici endogeni.

Non è un caso che proprio in questo periodo ricorra una sintomatologia comune come stanchezza diffusa, problemi cutanei, maggior fragilità a livello gastro intestinale e del sistema immunitario.

A risultare maggiormente affaticati sicuramente reni, fegato e intestino, ma anche i polmoni e la pelle, i cosiddetti organi emuntori. Sono proprio loro, infatti, ad essere impegnati nell’eliminazione delle tossine e nella gestione di quel delicato equilibrio derivante dallo scambio fra interno ed esterno che fa del nostro organismo un sistema straordinariamente efficiente.

Il mal di primavera

C’è chi questo periodo di passaggio e rinnovamento del nostro organismo, con i piccoli disagi che lo accompagnano, lo chiama mal di primavera. E così accanto ai percorsi detox che ci accompagnano per mano verso una ritrovata vitalità, non possiamo non ribadire il ruolo importante di vitamine, minerali e oligominerali (che aiutano l’assimilazione delle vitamine stesse). L’alimentazione torna prepotente a ribadire il suo ruolo centrale per il nostro benessere, rammentando che a partire da un regime alimentare completo, equilibrato e adeguato alle condizioni dell’individuo, si costruiscono le basi della sua salute psico fisica. Il senso del cibo come nutrimento non potrebbe essere inteso, in questo contesto, nel suo significato più pieno e completo, nella misura in cui è anche cura e sostegno.

Ma quali sono le vitamine di cui in questo periodo non dobbiamo proprio privarci?

  • Vitamina A, contribuisce all’efficienza della nostra vista e a mantenere in salute cute e mucose
  • Vitamine del gruppo B – in particolare B1.B2.B6 e B12 – attive in tutti i processi metabolici durante i quali il nostro organismo trasforma il cibo in energia, sono direttamente collegate alla nostra reattività mentale e vitalità muscolare
  • Vitamina C, sostiene l’efficienza del sistema immunitario, dei sistemi detox ed è un ottimo antiossidante
  • Vitamina E, potente antiossidante contrasta l’invecchiamento cellulare e previene le irritazioni cutanee. Una buona scorta ci aiuta sotto i raggi del sole estivo.

Intolleranze alimentari e allergie: cosa succede in primavera

Le allergie e le intolleranze alimentari sono fenomeni diversi e ben distinti, le prime causate da una risposta immunitaria spropositata per un alimento interpretato come pericolo benché non lo sia, le seconde

Entrambe le manifestazioni sono in costante aumento, sempre più spesso sono collegate all’alimentazione e in primavera, nel caso delle intolleranze, possono manifestarsi con maggior frequenza e intensità.

Intolleranze e allergie alimentari: una distinzione importante

Le allergie alimentari sono risposte immunologiche conseguenti alla produzione di una classe particolare di anticorpi – le Ig E – verso un dato antigene. Riguardano meno del 3% della popolazione, si manifestano con una risposta immunitaria rapida, nel giro di qualche minuto, con una manifestazione facilmente caratterizzabile, è il caso dell’asma. È di norma un disturbo stabile che accompagna l’individuo nel corso dell’intera vita e con buona frequenza chiaramente individuato dai test.

Le intolleranze alimentari  rispetto alle allergie si manifestano con una tempistica meno immediata; elemento che contribuisce in modo sostanziale alla difficoltà della diagnosi. La risposta dell’organismo è sistemica, con la possibilità di generare malessere diffuso e in proporzione alle quantità di alimento assunte dalla persona. Rispetto alle allergie sono manifestazioni enormemente più diffuse ma possono essere temporanee, spesso risolte con l’eliminazione totale dell’alimento per un periodo e una sua successiva progressiva reintroduzione.

Le conseguenze sulla salute dell’intestino delle intolleranze alimentari ancora più severe in primavera

Se le intolleranze alimentari danno luogo a fenomeni dai contorni non sempre ben definiti, un elemento certo è la correlazione fra intolleranze e salute dell’intestino. Il corretto funzionamento del nostro sistema immunitario è direttamente collegato all’integrità della mucosa intestinale; una mucosa integra non consente l’assorbimento di allergeni e quindi non da luogo a fenomeni di intolleranza. Diversamente nella mucosa intestinale infiammata, le funzioni protettive non sono più integre e questo mal funzionamento può trasformare un alimento normalmente digeribile in un cibo dannoso. Il protrarsi sul medio/lungo periodo di questa condizione di infiammazione produce da un lato un indebolimento delle difese immunitarie con conseguente maggior fragilità dell’individuo più esposto alle infezioni, dall’altro un peggioramento dei fenomeni di sensibilità agli alimenti.

I nostri consigli per affrontare più forti la primavera? Ripartire dall’alimentazione e dal test delle intolleranze alimentari

Proprio per la necessità di rinforzare i sistemi detox e tornare a nutrire e tonificare nel modo migliore il nostro organismo, in primavera, ripartiamo dall’alimentazione. Consigliamo di effettuare il  test delle intolleranze alimentari, un pannello che ci consente di individuare le sensibilità latenti e intervenire prima di tutto con un’alimentazione mirata su fenomeni infiammatori in atto, con la presenza conclamata o meno di sintomi. Anche nel caso della sensibilità agli alimenti, la primavera si presenta come un periodo critico, come abbiamo visto, con manifestazioni più frequenti e severe.
Anche per queste ragioni, con un’ampia gamma di soluzioni che consentono di indagare sintomatologie particolari e regimi alimentari specifici, i pannelli per le intolleranze alimentari sono il primo passo dal quale consigliamo sempre di ripartire, in particolare in primavera.

 

Fonti:

https://bit.ly/3KAuuGx

https://bit.ly/3ZJh8Ma

Contatti

Il Laboratorio Analisi Val Sambro è aperto dal lunedì al venerdì, consulta tutti gli orari dei nostri servizi. Scrivici o chiamaci per maggiori informazioni, siamo a tua disposizione.

Iscriviti per ricevere notizie, webinar e aggiornamenti

VAL SAMBRO ®

LABORATORIO ANALISI INNOVATION RESEARCH

Via Cairoli, 2 - 40121 - Bologna
P.IVA 01546951201
REA BOLOGNA 344234
Tel: 051.240218 - 348.7127615  
Fax: 051.241330
Email: valsambro@valsambro.it
Pec: info@pec.valsambro.it

Direttore Sanitario Laboratorio
Dott. Alberto Santini
Email: alberto.santini@valsambro.it
Direttore Sanitario Poliambulatorio
Dott. Cocchi Daniele
Email: doctor.bo@libero.it

DPO
Avv. Laura Lecchi
Via de’ Carbonesi, 23 – 40123 Bologna
C.F. LCCLRA73H52F205W
P.Iva 02093901201 avv.lauralecchi@ordineavvocatibopec.it

Sito web: versione beta 1.0