Il nostro intestino è direttamente coinvolto nell’efficienza dell’intero sistema immunitario; è la nostra flora di protezione e residente che discerne le sostanze ‘buone’ da quelle patogene ed attiva l’immunità gastroenterica.

Questa attività è presente in ogni momento, per proteggerci da tutto ciò che introduciamo anche con il cibo e che potrebbe nuocerci; si svolge però in modo equilibrato, senza reazioni esagerate, quando siamo in uno stato di equilibrio. L’intero microbiota intestinale regola e modula la tolleranza tra noi e gli alimenti, ma anche l’aria e tutto ciò che introduciamo, facendo da modulatore per la risposta immunitaria da parte delle cellule linfocitarie presenti nell’apparato gastroenterico. 

I microorganismi presenti nel nostro intestino equivalgono a circa 1 kg di peso corporeo; degradano le sostanze per permetterci di assimilarle, ci difendono dagli attacchi di patogeni, aumentano o diminuiscono l’efficienza delle nostre difese immunitarie. 

microbiota intestinale

Se il microbiota si squilibra, si manifestano disturbi gastrointestinali e malesseri stagionali; il sistema immunitario si indebolisce e non è in grado di reagire adeguatamente anche a virus o batteri con i quali possiamo entrare in contatto anche in altri distretti (come ad esempio le vie respiratorie).

Per questo prepararsi alla stagione fredda è importante, scegliendo un'alimentazione adeguata ovvero cibi con azione antinfiammatoria e che sostengono il sistema immunitario. 

Gli alimenti della stagione autunnale ci vengono in aiuto: le Crucifere (broccoli, cavolfiore, cavolo romano, broccoletti di Bruxelles, rape, rucola) e la frutta di stagione (melograno, cachi, uva, pera) sostengono ad esempio la formazione di bifidobatteri e lattobacilli responsabili della salute dell'intestino. Resta indispensabile idratarsi con molta acqua e bevande calde come infusi e tisane ricche di vitamine e flavonoidi, oltre che mantenere un'attività fisica costante.

Il primo passo per affrontare l'inverno con l'intestino sano è fare esami specifici come Gut Screening e Istamina fecale volti a identificare un profilo mirato e una corretta terapia di supplemento.