id-3-Borrelia_hermsii_Bacteria 3000x2250.jpg

La malattia di Lyme è stata chiamata con il suo nome attuale per la prima volta nel 1975, nel villaggio di Lyme, in Connecticut (USA). L'agente spirocheta della malattia di Lyme è stato denominato Borrelia Burgdorferi. Questo batterio spirocheta è trasportato da diversi vettori (zecche), in particolar modo dalla zecca del cervo Ixodes dammini (USA) e dalla Ixodes ricinus (Europa). La malattia di Lyme viene trasmessa agli esseri umani attraverso il morso di una zecca e, in un numero minore di casi, dal morso di un tafano.

Si tratta di una patologia infiammatoria che coinvolge diversi sistemi corporei e causa sintomi che imitano altre malattie. Si parte dai rush cutanei (circa il 50% di tutte le infezioni) e si passa a sintomi simili a quelli dell'influenza fino a giungere all'artrite o a diversi altri sintomi. Non trattata, la malattia di Lyme può progredire fino a mostrare gravi sintomi quali encefalite, cardiomegalia e infiammazione del pericardio e dei nervi sensori.

Esami disponibili per la rilevazione delle infezioni da Borrelia:

EliSpot

Elispot per Borrelia burgdorferi:

Antigene Borrelia b. + Mix peptidi Borrelia b. + LFA-1

***(provetta CPDA)***

EliSpot

Elispot per Borrelia miyamotoi

***(provetta CPDA)***

Anticorpi

ELISA e/o immunoblot:

Anticorpi Borrelia burgdorferi-IgM e Borrelia burgdorferi-IgG

***(provetta da siero)***

Cellule NK CD

CD57-cellule Natural Killer

***(provetta litio eparina + provetta EDTA)***

PCR

Borrelia burgdorferi-DNA-PCR nel sangue, nel fluido cerebrospinale e nel tessuto

***(2 provette EDTA o biopsia del fluido spinale e del tessuto)***

Batteri indagati:

Borrelia burgdorferi sensu lato (B.b.s.l.) con le seguenti sottospecie:

- USA: Borrelia burgdorferi sensu stricto (B.b.s.s.), Borrelia andersonii, Borrelia americanum, B. carolinensis, B. bissettii, B. myamotoi

- Europa: Borrelia afzelii, Borrelia garinii, B. spielmanii, B. valaisiana, B. lusitaniae, B. bavariensis

- Asia: Borrelia japonica, B. rutdi, B. tanukii, B. sinica, B. yangtze

Vettore/ trasmissione:

Ixodes ricinus (Europa), Ixodes scapularis (USA, zecca del cervo), Ixodes pacificus (USA)

Fasi

L'infezione presenta tre fasi:

1. Rash cutanei, influenza estiva,

2. Infezione recente del sistema organi (sistema nervoso periferico, meningite, encefalite, articolazioni, cuore, occhi),

3. Infezione cronica del sistema organi (sistema nervoso periferico, sistema nervoso centrale, articolazioni, muscoli, cuore, occhi, orecchie, pelle).

Sintomi

Sintomi (in conformità a “Sintomi e Condizioni Mediche Associate sulla Mappa MSIDS a 16 punti" del Dr. Richard Horowitz, Hyde Park, New York, USA):

Affaticamento, stanchezza, febbre immotivata, sudore, brividi o arrossamento, variazione di peso immotivata (aumento o perdita), perdita di capelli immotivata, ghiandole ingrossate, mal di gola, dolore ai testicoli (uomini), dolore pelvico (donne), irregolarità mestruale immotivata, produzione di latte immotivata, dolore al seno, vescica irritabile o disfunzione della vescica, disfunzione sessuale o perdita di libido, fastidi di stomaco, cambiamenti nella funzione intestinale (costipazione o diarrea), male al petto o alle costole, respiro corto, tosse, palpitazioni, battiti mancati, blocco cardiaco, precedenti relativi a soffio al cuore o prolasso della valvola, dolore o gonfiore articolare, articolazioni, collo o schiena rigidi, dolori muscolari o crampi, tic nervosi al volto o ad altri muscoli, mal di testa, scricchiolii o rigidità del collo, torpore con formicolio, bruciore o fitte, paralisi facciale (paralisi di Bell), vista doppia, sfocata o sensazione di pulviscolo negli occhi, ronzio, orecchie che fischiano, dolore alle orecchie, aumentata intolleranza al movimento, vertigini, stordimento, confusione, cattivo equilibrio, difficoltà nella deambulazione, tremore, difficoltà nel pensare, nel concentrarsi o nella lettura, dimenticanze, cattiva memoria a breve termine, disorientamento: il paziente si perde o si reca nei luoghi sbagliati, difficoltà nell'eloquio o nello scrivere, sbalzi di umore, irritabilità, depressione, sonno disturbato: troppo sonno, troppo poco o risveglio prematuro, sonno disturbato: troppo sonno, troppo poco o risveglio prematuro (continuo), sintomi esagerati o peggioramento dei sintomi dell'intossicazione da alcol.

Associazioni

ad es. morbo di Alzheimer, Sclerosi multipla, SLA, Depressione, Fibromialgia, Sindrome da fatica cronica (CFS), Autismo, Parkinson, Artrite reumatoide, Malattie autoimmuni (es. tiroide di Hashimoto)

Fattori di rischio

attività all'aperto (professionali e tempo libero), morsi di zecca, morsi d'insetto, morsi di tafani

Rash cutaneo (infezione da Borrelia burgdorferi recente, fase 1)   

id-3-Borrelia 627x640.jpg

(© Dr. Armin Schwarzbach)

id-3-BorreliaDrawing 840px.jpg