Diabete e disbiosi intestinale


Numerosi studi condotti negli ultimi anni confermano l’associazione tra alterato equilibrio del microbiota e maggior rischio di insorgenza di diabete e sviluppo dell’obesità.

diabete e disbiosi intestinale

Uno studio recente è stato pubblicato dall'Università di Copenaghen su Nature on line il 13/7/2016; condotto su un campione di 277 soggetti adulti non diabetici ma insulino-resistenti (quindi a rischio elevato di sviluppo di diabete).

In questi soggetti è stato osservato il collegamento tra la relativa abbondanza di Prevotella Copri e Bacterioides vulgatus e BCAA nel metaboloma sierico ed insulino-resistenza dell’intero organismo.

Nella ricerca di Oluf Pedersen di cui sopra, questi risultati vengono replicati anche nei soggetti con diabete tipo 2.

Questa ricerca conferma innumerevoli studi precedenti (tra cui ad esempio questo), in cui risulta che nei soggetti con diabete autoimmune vi è sempre uno squilibrio di flora batterica intestinale, più povera in quanto meno varia e deficitaria dei ceppi batterici protettivi, con uno sbilanciamento di diversi ceppi batterici tra cui i Bacterioides. Viene rilevata soprattutto un impoverimento batterico dei ceppi che producono butirrato, e ha evidenziato che lo sbilanciamento può essere determinato anche da funghi e virus intestinali.

Sono stati condotti studi sia su gruppi di adulti che di bambini; in entrambi i casi i risultati confermano che anche in giovane età, la disbiosi intestinale è legata ad una maggiore infiammazione e attivazione di risposta immunitaria che predispongono all’insorgenza del diabete ed allo sviluppo di insulino-resistenza.

Alla luce di queste scoperte è quindi chiaro che conoscere sia la composizione del microbiota, che rilevare l’eventuale infiammazione e lo stato di salute delle cellule tramite il Gut Screening, il test citotossico (IBA) e/o il FLOGOGUT (per la valutazione degli acidi grassi) permette di attuare le giuste strategie correttive ed integrazioni mirate prima della cronicizzazione della situazione sbilanciata, che porta all’insorgenza, nel tempo, della patologia.


» Archivio

Analisi Clinici Online
  • Le intolleranze alimentari
  • Il test in campo oscuro
  • gut screening