Malattie infiammatorie intestinali croniche: Morbo di Crohn, Colite Ulcerosa o Rettocolite Ulcerosa


Le Malattie infiammatorie Intestinali Croniche (di seguito MICI), interessano una fetta importante della popolazione; soprattutto, negli ultimi anni si è registrato un progressivo abbassamento dell’età di comparsa di queste malattie, con un significativo aumento anche nei bambini.

Le MICI sono caratterizzate da uno stato infiammatorio cronico dell’intestino e della mucosa intestinale; possono comportare lacerazioni, ulcerazioni e degenerazione delle pareti intestinali e essere anche l’anticamera per lo sviluppo di malattie più importanti, come i tumori al colon retto o in altri distretti dell’apparato digerente.

Le Patologie Infiammatorie Intestinali più importanti sono il Morbo di Crohn (o malattia di Crohn) e la Colite Ulcerosa.

Malattie infiammatorie intestinali croniche Morbo di Crohn, Colite Ulcerosa
Il Morbo di Crohn è stato scoperto dai Dottori Crohn nel 1932 e può colpire ed interessare qualunque area dell’intestino, dalla bocca all’ano; anche se di norma i tratti più colpiti sono la parte finale dell’intestino tenue ed il colon, separatamente o in contemporanea. La formazione è lenta e progressiva nel tempo, ma forma ispessimenti, edemi, ulcerazioni che interessano tutto lo spessore della parete intestinale e che possono sfociare anche in ascessi, fistole addominali e perianali, perforazioni, emorragie intestinali e varie complicanze sistemiche.

La Colite Ulcerosa è stata scoperta nella metà del XIX secolo; è di norma benigna e colpisce prevalentemente il retto, ma può estendersi anche a tutto o parte de Colon, escludendo però le altre zone dell’intestino. La mucosa delle parti colpite si presenta infiammata ed ulcerata; nei casi più gravi può comportare complicanze sistemiche , anemia grave, perforazioni intestinali, colon tossico (dato dall’estendersi dell’infiammazione anche ai sottostrati della mucosa intestinale). Alcune ricerche evidenziano che il persistere per molti anni della malattia aumenta il rischio di insorgenza del tumore al colon-retto.

Sia per il Morbo di Crohn che per la Colite o Rettocolite ulcerosa, a livello convenzionale, non esistono cure definitive; queste patologie hanno anche, molto spesso, andamenti altalenanti in cui l’individuo colpito alterna periodi di acutizzazione a periodi di ‘silenzio’ dei sintomi, in cui però la malattia non è risolta, ma semplicemente si abbassa il livello di infiammazione.

Poiché però si parla di Infiammazioni Croniche dell’Intestino, è chiaro che diviene importante:

Tra gli esami mirati indichiamo l’Enterostress (che unisce la mappatura della flora batterica intestinale alla misurazione degli acidi grassi), unito all’M2PK, al Campo Oscuro e al Test citotossico per le Intolleranze alimentari (IBA); i dati rilevati con questi esami permettono di avere una prima valutazione estesa di tutti i fattori di primaria importanza e di poter indicare misure ed integrazioni correttive.


» Archivio

Analisi Clinici Online
  • Le intolleranze alimentari
  • Il test in campo oscuro
  • gut screening